IN ABBONAMENTO

I metalli pesanti, questi sconosciuti

Come interagiscono con l’ambiente e l’alimentazione

I metalli pesanti come ad esempio il rame, il cromo, il mercurio, il cadmio e il piombo sono componenti naturali della crosta terrestre che non si sono degradati con attività biologica e che, quindi, se rilasciati nell'ambiente possono restarci per centinaia di anni. 
Alcuni metalli pesanti in piccole quantità sono indispensabili per gli organismi viventi ma se assimilati in grandi quantità risultano tossici; per esempio, nel caso degli esseri umani, sono noti 15 elementi essenziali che possiedono queste caratteristiche tra cui il ferro, il manganese, il nichel e lo zinco. Tuttavia la maggior parte dei metalli pesanti come il cadmio, il mercurio, il cromo o il piombo sono tossici anche in piccole quantità ed è quindi necessaria una particolare attenzione riguardo i processi che portano all'aumento di questi elementi nell'ambiente. 

La diffusione Ma dove si trovano i metalli pesanti? Beh è facile rispondere. Un po’ ovunque.  Qualcuno si potrebbe stupire scoprendo che piccole quantità di metalli pesanti possono essere...