In caso di sinistro l’assicurazione della macchina aumenta

In caso di sinistro stradale, quando il nostro concorso di colpa determina un aumento del premio di assicurazione RC Auto, è consigliabile fare delle valutazioni economiche.
In premessa, occorre evidenziare che, ai sensi di legge, l'assicurazione di responsabilità civile dell'auto prevede 18 classi di merito; esse funzionano secondo il meccanismo del “bonus-malus”, in base al quale, la classe di merito aumenta quando si hanno incidenti stradali con colpa e diminuisce quando si ha una condotta di guida prudente, senza procurare incidenti.


La classe di merito
La classe di merito viene attribuita dalla compagnia di assicurazioni al soggetto assicurato, per mezzo dell’agenzia di assicurazioni, quale intermediario finanziario con cui si stipula la polizza RC auto, in base al numero di incidenti che si provocano direttamente, con concorso di colpa.
       
La prima volta in cui si sottoscrive una polizza di assicurazione di responsabilità civile sull’auto, all’assicurato viene attribuita la classe di merito n. 14.

In caso di responsabilità per aver causato il sinistro stradale, ad esempio per un tamponamento la nostra assicurazione sarà tenuta a risarcire il soggetto tamponato per i danni subìti nell’incidente stradale da noi causato. Conseguentemente il premio di assicurazione RC auto da pagare per la nostra autovettura, alla scadenza successiva aumenterà.
Pertanto quando si cagiona un sinistro stradale soprattutto quando i danni sono lievi è utile fare delle opportune valutazioni economiche sulla convenienza di riscattare il sinistro, ossia rimborsare alla Compagnia di assicurazioni l’importo del risarcimento pagato dalla medesima, al soggetto danneggiato senza incorrere in un aumento del premio di assicurazione RC auto.

Il cambio classe
Il cosiddetto “malus” scatta quando il perito incaricato dall’agenzia di assicurazioni accerta una responsabilità del cliente assicurato, maggiore del 50%. Pertanto, nel caso in cui l’automobilista abbia un concorso di colpa, ossia una responsabilità inferiore o al massimo nella misura del 50%, non scatta l’aumento di due punti della classe di merito e, conseguentemente, non sarà aumentato il premio di assicurazione della RC auto. Tuttavia, l’incidente viene segnalato nell’attestato di rischio che viene rilasciato all’assicurato.
 
Nel corso di 5 anni, qualora l’assicurato abbia più incidenti stradali la cui percentuale di responsabilità totale superi la percentuale del 50%, alla sua polizza sarà attribuito il “malus”, da cui scaturisce automaticamente l’aumento di 2 punti della classe di merito.

Qualora l’assicurato acquisti nel corso della sua vita, più automobili nuove o usate la classe di merito attribuita alla polizza RC auto della precedente autovettura sarà trasferita sulla polizza dell’ultima autovettura acquistata, senza ripartire dalla classe di merito n. 14 iniziale.
Nel caso in cui l’assicurato, per motivi diversi, cambi compagnia di assicurazioni sarà stipulata una nuova polizza RC auto attribuendo la classe di merito che aveva in quel dato giorno, con la precedente, consegnando alla nuova agenzia di assicurazioni il cosiddetto “attestato di rischio”.
 
Qualora non venga consegnato l’attestato di rischio, la classe di merito attribuita sarà la n. 18, ossia la più alta, che rappresenta il maggior rischio di copertura danni, per la compagnia di assicurazioni.

Responsabilità totale
Ogni qualvolta si provoca un incidente stradale la nostra classe di merito aumenta automaticamente di 2 punti.
Riprendendo l’esempio su riportato, se un automobilista con classe di merito n. 7 provoca il tamponamento e il perito incaricato ritenga responsabile il cliente/soggetto assicurato, la sua classe di merito passerà dal n. 7 al n. 9, con un conseguente ed inevitabile aumento del premio di assicurazione rc auto.
È bene chiarire che la classe di merito non aumenta per tutti gli incidenti stradali occorsi all’automobilista bensì solo in seguito a quelli per i quali il soggetto assicurato sia ritenuto responsabile dalla Compagnia di assicurazioni.
Viceversa, per gli incidenti in cui l’assicurato subisce danni senza avere alcuna colpa non incorre in alcuna penale da parte della Compagnia di assicurazioni.
Passiamo ora ad un esempio pratico di valutazione della convenienza a riscattare il sinistro.

In caso di sinistro l'assicurazione della macchina aumenta

Riguardo l'autore

Valeria Tomatis

Valeria Tomatis

Area: Startup innovative